• Giugno 14, 2021

Data monetization e contenuti digitali: l’importanza delle statistiche

Data monetization e contenuti digitali: l’importanza delle statistiche

Data monetization e contenuti digitali: l’importanza delle statistiche 800 566 DataLit

Secondo i dati degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, nel 2019 la spesa degli italiani per fruire di contenuti digitali è stata complessivamente pari a 1,785 miliardi di euro, in crescita del +20% rispetto all’anno precedente. Il rapporto con il numero di Internet User in Italia, saliti a quota 39 milioni, evidenzia una spesa media di circa 46€/anno a utente, anch’essa in crescita del 17,5% su base annua.

Viviamo dunque in un mondo sempre più ricco di contenuti digitali, contenuti che aumentano enormemente minuto dopo minuto, permettendoci di accedere a tutte le informazioni disponibili ma, in alcuni casi, lasciandoci anche una sensazione di spaesamento. Se questa è la sensazione che viviamo come consumatori, come riuscire, come aziende, a produrre contenuti di valore, in grado di raggiungere gli utenti giusti e in questo modo essere poi monetizzati?

In questo articolo, approfondiremo le diverse strategie per trarre vantaggio dai contenuti digitali.

  1. Data Monetization a partire dai contenuti digitali;
  2. Una buona strategia di creazione dei contenuti digitali;
  3. Quali le soluzioni per monetizzare i contenuti;

Data Monetization a partire dai contenuti digitali

Cosa significa monetizzare dei contenuti? Ipotizzando di avere un blog, si possono immaginare strategie di monetizzazione diretta o indiretta.

Prima di tutto, il blog è uno strumento fondamentale per raccontare e posizionare sui motori di ricerca contenuti relativi ai propri prodotti, siano essi prodotti fisici o servizi online. Ma c’è molto di più.

Il blog di fatto è uno spazio in cui è possibile mettere in mostra i propri prodotti o contenuti, con diverse modalità. Concentrandosi sui contenuti digitali, è possibile lavorare su:

  • Ebook da far scaricare gratuitamente, come strumento di lead generation;
  • Articoli totalmente gratuiti, scritti in ottica SEO-oriented, per garantire un buon posizionamento sui motori di ricerca e quindi aumentare il traffico;
  • Advertising sulla propria property digitale, ossia proprio il blog. Una volta ottenuto un buon traffico, seppur in una nicchia specifica, non sono da sottovalutare le possibilità di monetizzazione attraverso l’apposizione di banner pubblicitari. In particolare, il programmatic advertising e l’intelligenza artificiale offrono opportunità ancor più rilevanti, così come vedremo con le soluzioni di PaperLit.

Creare una buona strategia di creazione dei contenuti digitali

La content strategy, letteralmente strategia dei contenuti (in particolare digitali) dell’azienda, comprende tutti gli aspetti di pianificazione e gestione del contenuto durante tutto il suo ciclo di vita.

Possiamo riassumere alcuni punti chiave per una buona strategia di creazione e gestione dei contenuti digitali:

  1. Definizione dell’obiettivo: una buona campagna di content marketing deve partire da un obiettivo primario ben definito. Non basta una qualificazione generica come, ad esempio, ottenere più clienti o aumentare il traffico sul sito web, è necessario comprendere come la strategia di contenuti digitali si inserisce nell’insieme della strategia aziendale. Ciò significa inserire la creazione di contenuti più specificatamente nella strategia di marketing e di relazione con il cliente. Fatto questo ragionamento, vi saranno strumenti prettamente utilizzati per la lead generation (il blog aziendale, ad esempio) e strumenti (ad esempio l’email marketing) pensati per portare i prospect ad una effettiva conversione;
  2. Creazione: per creare contenuti di valore, il primo passo è studiare le ricerche degli utenti e i contenuti maggiormente apprezzati sul web e sui social network. Dato il contesto, sarà necessario comprendere come inserire il giusto contenuto relativo al proprio prodotto/servizio. Lavorando sul digitale, sarà inoltre importante avere dei contenuti aggiornati, di buona qualità, con un piano editoriale ben strutturato ma nello stesso tempo flessibile. Da qui, la creazione del contenuto – che sia esso un articolo per un blog o un post sui social network – è un passaggio molto delicato. Nell’infinità dell’online, costruire un contenuto che sia effettivamente in grado di attirare l’attenzione degli utenti (e dell’algoritmo di Google) non è banale. Ci sono per questo professionalità specifiche e tecnologie dedicate – come, ad esempio, tecnologie dedicate alle keyword research o alla gestione dell’advertising sui social network;
  3. Monitoraggio: è fondamentale utilizzare le tecnologie specifiche, come le soluzioni di Google Analytics o Adobe Analytics, per monitorare l’andamento dei propri contenuti e comprendere quindi le prestazioni e i visitatori del proprio sito web, e del blog ad esso collegato. Monitorare, attraverso le opportune statistiche, il traffico del sito e le tipologie di utenti che lo frequentano è importante non solo per ottimizzare la qualità dei propri contenuti ma anche per comprendere le opportunità di data monetization.

Le soluzioni di PaperLit per monetizzare i contenuti

PaperLit, tech company del gruppo Datrix, offre DataLit come framework tecnologico altamente innovativo per blogger e editori. In particolare, l soluzione supporta la creazione di una strategia data-driven, attraverso l’identificazione dei segmenti di utenti maggiormente qualificati, grazie all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale.

Inserendo un pixel nelle tue property digitali, gli algoritmi di Machine Learning permettono di identificare gli interessi in modo estremamente granulare, segmentando automaticamente gli utenti in cluster. Ciò permette di offrire agli advertiser dei segmenti di grande valore, raggiungibili grazie alle soluzioni di programmatic advertising.

Datrix Data Breakfast

Le newsletter di approfondimento
del gruppo Datrix

Trend, novità e casi studio sull'applicazione di dati e Intelligenza Artificiale a Marketing & Sales, Investing e Publishing.

Iscriviti subito